Economia04 febbraio 2019

Il turismo ecologico: un business sempre più redditizio in Romania

Osservare gli animali nel loro habitat naturale sta diventando un affare molto più redditizio che cacciare loro per un trofeo

Il turismo ecologico in Romania

Il turismo ecologico in Romania

La bellezza naturale della Romania sta diventando sempre più popolare sia al livello europeo che al livello globale. Tuttavia, quando si tratta di fauna e flora, la reputazione della Romania è un po’ contaminata, soprattutto secondo gli standard moderni. Ciò è dovuto alle sessioni di caccia organizzate e rese famose durante il comunismo, un'abitudine con echi importanti anche a giorno d'oggi.

Tuttavia, l'intero movimento Eco, insieme al concetto di turismo ecologico, che negli ultimi anni ha visto una forte crescita in Romania, ha contribuito a ridurre la portata del fenomeno. In effetti, il principale motore di questa riduzione è stata una decisione del Ministero dell'Ambiente nel 2016, con la quale è stata vietata in Romania la caccia ai grandi carnivori (come lupi o orsi). Quindi, sebbene questi animali possano ancora essere cacciati teoricamente (se sono considerati un vero pericolo per gli insediamenti umani), in pratica, le approvazioni di caccia sono più difficili da ottenere, e anche il numero di animali suscettibili di caccia è molto più ridotto.

Grazie a questa legge, i romeni si sono adattati ed hanno imparato abbastanza rapidamente che questi animali possono essere molto più redditizi vivi che morti. Così, poiché la caccia agli orsi è stata vietata dalle autorità, il turismo ecologico ha guadagnato un vero slancio. Di conseguenza, nella contea di Braşov sono stati installati due osservatori di orsi, dove i turisti pagano una tassa per vedere gli animali nel loro habitat naturale.

Secondo le autorità della zona, questa tassa ammonta a circa 25.000 euro all'anno, mentre per un trofeo di caccia si chiedeva di solito a pagare tra i 4.000 e i 15.000 euro. In altre parole, tale osservatorio rappresenta l'equivalente finanziario della caccia di 5-10 orsi. La parte buona è che il turismo ecologico, a differenza della caccia, permette a questi esemplari di rimanere vivi e di essere riutilizzati anno dopo anno.

Fonti:

http://www.stareapresei.ro/vanatoarea-de-ursi-bruni-fost-interzisa-de-ministerul-mediului/

stirileprotv.ro/stiri/travel/turismul-ecologic-din-romania-are-tot-mai-mult-succes-cati-bani-se-strang-de-la-strainii-care-vin-sa- ammirare-ursii-salbatici.html

https://www.brasovtour.com/tur/346/Vizita-la-observatorul-de-urs 

Claudiu Bolcu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română