Tradizioni05 marzo 2019

Il bucaneve – il segno della vita e della morte nel regno delle leggende

La tenerezza di un fiore che annuncia il passaggio dalla stagione fredda e del buio nella stagione della luce, calore e risurrezione

Il bucaneve

Il bucaneve

Secondo le regole tradizionali, l'uomo ha l’obbligo di lasciare in seguito al suo cammino sulla Terra, le tracce del suo passaggio. In altre parole, un segno. Il bucaneve è un segno della primavera e proprio in questi giorni la natura ci regala un vero spettacolo di questo fiore delicato, che annuncia il passaggio dalla stagione del freddo e l'oscurità alla stagione della luce, del calore e della risurrezione.

C'è, una bella leggenda romena del bucaneve, che spinge l'uomo a lasciare dei buoni segni dietro di se. Così, si dice che il bucaneve sarebbe stato all’origine un uomo (le leggende eziologiche romene hanno un fascino particolare, proponendo una "spiegazione" - ovviamente miracolosa - per ogni animale, creatura, pianta o fiore, in parte -) che era rimasto vedovo, ritrovandosi a crescere da solo i suoi otto figli.

L'uomo si risposa, ma la matrigna perseguita i bambini e, infine, gli manda via di casa. Essi, per la nostalgia per il loro padre si trasformeranno ogni in un fiore (una stupenda relazione metaforica tra un fiore e nostalgia). Il padre gli cerca, ma alla fine, non trovandogli, si trasforma, bruciato dalla nostalgia, in un fiore. Ma la morale popolare è inflessibile a questo proposito: solo le persone buone possono lasciare dei segni buoni, ed i cattivi no.

Un'altra leggenda inverte i dati della problematica e, se fino ad ora sapevamo che il bucaneve sorge dalla neve, prendendo in prestito il suo candore, ecco che, in questa versione romena della sua nascita, le cose sono diametralmente opposte. Perché è buona e fornisce calore e protezione all’intera natura, la neve è invitata da Dio a scegliere un colore da un fiore, con cui Egli stesso ha dotato la natura.

La neve passa da ogni fiore in parte, dalla rosa, dal girasole, dalla viola. Ma nessuno di questi stupendi fiori non vuole dare in prestito il suo colore alla neve. Il bucaneve, bianco, immacolato e innocente, gli dice a quel punto alla neve: "Se ti piace il mio colore bianco, io lo condivido con gioia con te." Ed ecco, che da allora la neve è bianca come il bucaneve, o il bucaneve è bianco e innocente come l'anima della gente buona. Chi lo sa?

Non mancano neanche i significati cristiani di questo fiore, così semplici ma così impressionanti per la sua purezza: la speranza, la modestia, l'umiltà. Tante altre ragioni per cui, questo dolcissimo simbolo della primavera è stato chiamato anche "la chiave della Vergine Maria".

Gheorghe Sechesan

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română