Punti di interesse05 settembre 2019

Palazzi e dimore da fiaba dei boiardi di Bucarest: il Palazzo Suţu, uno degli edifici aristocratici più antichi e spettacolari della città, dichiarato patrimonio dell'umanità

Situato nella zona dell'Università, il palazzo ospita dal 1956 il Museo del Comune di Bucarest - un'area in cui la storia della città è sotto gli occhi dei visitatori

Il Palazzo Suţu a Bucarest

Il Palazzo Suţu a Bucarest

L'edificio, che doveva essere una residenza privata, fu eretto tra il 1833 e il 1835 per volere del Postelnic Costache Grigore Suţu. Gli architetti viennesi Johann Veit e Conrad Schwinck sono stati quelli che hanno progettato i piani architettonici, avvicinandosi allo stile neo-gotico.

L'esterno dell'edificio, che si distingue per le quattro piccole torri (due per lato), denota un'aria di eleganza, impressionando non per grandezza, ma per semplicità. L'imponente interno dell'edificio è caratterizzato dalla spazialità conferita dalla maestosa cupola.

La scala monumentale a due bracci, in legno di quercia, domina l'ingresso e aggiunge grandiosità all'interno dell'edificio. Sul muro davanti alle scale c'è uno splendido specchio di Murano dalle dimensioni impressionanti (oltre 10 mq). Degno di nota anche il candelabro in ottone a 24 braccia. Sopra lo specchio c'è un bellissimo medaglione scolpito in legno. Il corridoio alla fine delle scale, molto ricco di decorazioni, porta il marchio del famoso scultore Karl Stork.

Il periodo di massimo splendore del palazzo si trova nella seconda parte del secolo XIX. Qui si tenevano le feste più splendide. La stagione delle feste di Bucarest si inaugurava nel palazzo Suţu ogni anno a febbraio. Grigore Suțu, insieme alla moglie Irina, si preoccupava che la residenza mantenesse il suo splendore aristocratico. Aggiunsero anche l'elegante tenda da sole dell'ingresso.

Dal 1959, il Palazzo Sutu è diventato il museo di storia di Bucarest con il nome di Museo del Comune di Bucarest. Oltre 400.000 reperti costituiscono la storia di Bucarest dal Paleolitico fino ai tempi moderni. Nel salone dell’archeologia ci sono oggetti scoperti oggetti sul territorio della città: strumenti paleolitici, vasi della cultura Tei, Glina o Gumelnița, un elmo del IV secolo scoperto a Budești e altri oggetti del periodo Daco-getico e del Medioevo. Una delle stanze ci porta nel passato nelle sale da ballo di Bucarest, cercando di creare l'atmosfera dei tempi gloriosi del palazzo, quando esso era ancora di proprietà della famiglia Sutu. Il viaggio continua con il periodo tra le due guerre e il dopoguerra della città fino ai tempi moderni.

Fonti / foto:

https://muzeulbucurestiului.ro/palatul-sutu.htm

orasulvechi.ro/localuri/arta-cultura/palatul-sutu-sau-muzeul-municipiului-bucuresti/ ;

Elena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română