Punti di interesse10 settembre 2019

Salina di Turda ovvero il castello sotterraneo di sale

“....La Transilvania da sola – dove la natura si è dimostrata di essere, alla fine, più generosa che in tanti altri paesi – la Transilvania, con tutte le sue rarità, sta nascosta nel buio” (Johann Ehrenreich von Fichtel)

Salina Turda 1

Salina Turda 1

Le luci dalla galleria Franz Iosif che danno l’impressione di sciogliersi sui muri di sale, i correnti d’aria e un tunnel il cui fine non si può vedere ti introducono in un mondo irreale.

Il giacimento di sale di Turda si forma circa tredici milioni di anni ma conosce un periodo di massima gloria nel secolo XVII, durante la dominazione asburgica, quando iniziano ad ampliare i lavori dell’estrazione del sale, lavori che portano all’allargamento della mina Terezia.

Visto il ritmo sostenuto dei lavori di estrazione, la miniera diventava sempre più grande ed il trasporto del sale alla superficie diventava sempre più difficile. Per questo nel 1853 hanno iniziato i lavori per la costruzione della galleria Franz Iosef per facilitare il trasporto del minerale alla superfice, una galleria lunga quasi 900 metri. Nello stesso tempo nascono altre due miniere, Rudolf e Ghizela.

E così i tagliatori di sale passavano da una miniera all’altra, estraendo il sale con l’aiuto dei cavalli riciclati dalla cavalleria. C’è da dire che non chiunque poteva diventare un fossores, cioè, un tagliatore di sale, ma solo chi era più bravo nel mestiere, chi era pronto a sacrificarsi per portare alla luce il prezioso minerale. Il lavoro nelle miniere era molto duro perché si lavorava muniti solo di scalpello, martello e piccone. E con tutto questo lavoro primitivo i fossores sono riusciti a creare delle, durante gli anni, delle vere opere d’arte sotterranee in cui l’immaginazione degli architetti e la volontà della natura l’hanno portata alla perfezione.

Dopo che la miniera è stata chiusa, la gente si è ricordata di essa solo durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale quando l’hanno usata come riparo per poi utilizzarla come magazzino per i formaggi fino al 1992. Dal 1992 in poi diventa obiettivo turistico e nel 2008 vive una trasformazione radicale tramite un investimento di sei milioni di euro che l’hanno portata tra gli obiettivi più belli al mondo e di sicuro unica nel suo genere.

Le principali miniere della Salina Turda sono: la miniera Iosif, la miniera Rudolf, la miniera Ghizela, la miniera Terezia.

La miniera Iosif ha funzionato tra gli anni 1740 e 1900 ed è stata chiamata come l’imperatore austro-ungarico che ha visitato la Transilvania nel 1773. La struttura ha una profondità di 87 metri e un diametro di 67 metri, e perché non ha nessuna corrispondenza con le altre miniere, propaga il suono in almeno venti eco. Questa è a sala nella quale i turisti si divertono a verificare la forza acustica dell’eco.

La miniera Rudof, ha funzionato tra gli anni 1867 e 1932, con una lunghezza di 80 metri ed una larghezza di 50 metri, è una cavità immensa trapezoidale che si apre davanti agli occhi dei turisti, che possono godere di un panorama stupendo su uno spazio equivalente a 13 piani. Un ascensore di vetro porta i visitatori indietro nel tempo in un mondo da sogni.

La miniera Ghizela, ha funzionato tra gli anni 1857 e 1932, ed è stata tagliata nella forma trapezoidale secondo i nuovi metodi di sfruttamento che non permettevano più l’infiltrazione dell’acqua e dell’aria all’interno della cavità. Però, la miniera Ghizela viene lasciata da parte perché i fossores hanno scoperto le vecchie miniere di sale, e così, i lavori si spostano nella seconda miniera nominata Ghizela II. Essa è stata dichiarata riserva geologica con i più bei cristalli. Con il tempo la miniera è stata allagata parzialmente e le infiltrazioni d’acqua hanno creato uno spettacolo unico di stalattiti di cristalli.

La miniera Terezia , la più vecchia miniera del complesso minerario Turda, è senza dubbio lo spettacolo da mozzafiato della salina. Qui, l’estrazione del sale, iniziata dal 1690, ha lasciato uno spazio immenso a forma di campana che misura 112 metri di altezza e 87 metri di diametro, con un lago che arriva anche a 8 metri di profondità che si è formato dalle infiltrazioni delle acque alla base della miniera. In mezzo alla miniera c’è un’isola di sale residuale che è stata trasformata in un’isola di ricreazione e per ammirare a “cascata di sale” che si trova nella parte superiore.

Per passare il tempo in modo più piacevole c’è la possibilità di noleggiare delle barche per fare una passeggiata sul lago.

Oltre il tour turistico, nella salina ci sono diversi spazi dedicati allo sport, alle cure del corpo ed anche un centro SPA. La temperatura nella salina è di circa 12 gradi.

Per ulteriori informazioni si consulti il sito ufficiale della salina: salinaturda.eu ;  

D.K.

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română