Punti di interesse04 maggio 2021

Il Museo delle mappe e libri antichi di Bucarest presenta la storia autentica del mondo

Vi proponiamo una visita ad un museo, unico nel suo genere in Romania, che ha esposte mappe dell'Impero Ottomano, il Mar Mediterraneo, parti dell'Europa e anche della Romania

Il Museo delle mappe e libri antichi di Bucarest

Il Museo delle mappe e libri antichi di Bucarest

Il Museo delle mappe e libri antichi di Bucarest, che è unico nell’ambiente culturale della Romania, è il primo in Europa e il quarto nel mondo per il numero di oggetti esposti. E la sua collezione è davvero impressionante. Così vasta, infatti, che molti degli oggetti esposti non sono neanche appesi alle pareti del museo.

Più precisamente, il museo ha un totale di 900 mappe, di cui sono esposti solo 600. Ha anche molti libri antichi nella sua collezione, come suggerisce anche il suo nome, ma questi sono rimasti nascosti al pubblico a causa della mancanza di spazio.

Il museo è stato fondato nel 2003, quando Adrian Nastase, il primo ministro di allora, e sua moglie hanno donato i reperti che oggi sono i più preziosi del museo. I libri sono stati acquistati dopo il 2007, ma non sono stati esposti finora.

Il museo è stato visitato da persone notevoli, come primo il ministro della Danimarca, Anders Fogh Rasmussen, o il Presidente della Grecia, Constantinos Stephanopolos.

L'edificio è uno dei più belli di Bucarest. Apparteneva ad un armeno ricco che l’ha donata allo Stato argentino, motivo per cui molti anni ha ospitato il Consolato Generale d'Argentina. Ha due livelli collegati da una scala e 16 camere utilizzate per l'esposizione. Le mappe sono raggruppate a seconda dei paesi, mostrando la loro evoluzione nel tempo. Ci sono mappe dell'Impero Ottomano, il Mar Mediterraneo, parti dell'Europa e della Romania.

La più antica mappa è dal 1522. Si tratta di un’incisione in legno, che rappresenta l'Europa centrale: Ungheria, Prussia, Russia, Valacchia e Polonia.

Altri reperti importanti sono le mappe fatte da cartografi e geografi famosi del XVI secolo, come Piri Rheis, Gerard Mercator, Abraham Ortelius e Sebastian Munster. Le mappe più recenti risalgono al 1930 e raffigurano la Grande Romania.

Il museo ospita anche una mappa medievale dal 1620 che mostra dove presumibilmente sia stato sepolto il tesoro di Decebal. Ma il tesoro non è mai stato trovato... 

Fonti:

metropotam.ro/La-zi/La-muzeul-hartilor-vechi-art9677857873/ ; http://www.financiarul.ro/2014/04/14/muzeul-national-al-hartilor-si-cartii-vechi-din-bucuresti/   

Andra Mihaela Cimpean

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română