Punti di interesse02 aprile 2019

La grotta "Gheţarul de la Scărişoara" – un tesoro speleologico della Romania, la perla dei monti Apuseni, il rifugio del più grande iceberg sotterraneo del mondo

La prima grotta della Romania dichiarata monumento naturale è inclusa nel Parco Naturale Apuseni e nel sistema carsico "Gheţar - Ocoale - Dobreşti", della contea di Alba

La grotta "Gheţarul de la Scărişoara" – nei monti Apuseni

La grotta "Gheţarul de la Scărişoara" – nei monti Apuseni

La più antica menzione riguardante la grotta – una struttura calcarea dell’età giurassica superiore - è stata fatta dal noto esploratore dei Monti Apuseni, Adolf Schmidl, nell'anno 1847. Egli ha topografato la grotta, creando una mappa e due profili schematici. Le prime ricerche scientifiche furono fatte dal famoso ricercatore ed esploratore romeno, Emil Racoviţă, che visitò la grotta cinque volte tra il 1921 e il 1923.

Il nome della grotta è dato dal ghiacciaio di Scărişoara - Gheţarul de la Scărişoara - un tesoro di ghiaccio sotterraneo, con un'età che risulta ad essere oltre 4000 anni, fino ad oggi. Dalla ricerca di diversi carote di ghiaccio, raccolte nel 2005, che furono studiate da molti investigatori romeni e stranieri, furono decifrati molti dati interessanti, come per esempio: come era il tempo negli ultimi 4.000 anni, quando scoppiò il fuoco nella zona, quando e quanto oro è stato sfruttato in Apuseni ai tempi dei Daci, ecc. La grotta, situata ad un'altitudine di 1165 m dal livello del mare, ha una lunghezza di oltre 700 m ed è dotata di 3 ingressi.

Il percorso turistico prevede il passaggio da un foro poco profondo di oltre 50 m ed un diametro di 50 m, dotato di scale metalliche. Alla base della fossa si trova la "Sala Grande" di cui il pavimento è un ghiacciaio che occupa un volume di oltre 100.000 metri cubi di ghiaccio, con uno spessore massimo di 36 m, composto da più strati, con età compresa tra il 2000 e 4000 anni. La scultura di ghiaccio della "Sala Grande", che affascina per la sua bellezza, apre la strada all'immaginazione e al mistero. È percepito in modi diversi: alcuni di loro considerano che assomiglia ad una bocca di squalo, altri dicono che assomiglia ad un orso con la bocca aperta, o che rappresenterebbe una donna con un cappuccio che tiene in braccio un bambino.

Il percorso turistico sul blocco di ghiaccio è realizzato su passerelle di legno dotate di corrimano. Nelle parti N-W della Sala Grande, un'altra sala si chiama la "Chiesa", dal balcone del quale si possono ammirare più di 100 formazioni di ghiaccio stalagmitico, illuminate dai riflettori. Alcune aperture verticali sono state ricavate nel blocco di ghiaccio e nel muro di calce, chiamate rimae.

Oltre al percorso turistico, ci sono anche due riserve scientifiche „Rezervaţia Mare” e „Rezervaţia Mică”, destinate esclusivamente a scopi di ricerca.

Fonti / Foto:

www.ghiduri-turistice.info/ghid-turistic-turist-in-romania--pestera-ghetarul-de-la-scarisoara

https://ro.wikipedia.org/wiki 

Elena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română