Punti di interesse03 giugno 2019

I tesori di pietra di Năeni - il focolare storico sulla collina Istrița, nei Carpazi di Curvatura

Sulla strada che porta a Buzău - dalla "Croce di Manaf" alla "Chiesa fatta in un pietra", dalle grotte preistoriche allo "Schita di Ambrozie"

I tesori di pietra di Năeni

I tesori di pietra di Năeni

Năeni è un insediamento situato vicino a Buzău, nella parte sud-occidentale del colle Istrita, con origini nell'età della pietra, come dimostrano gli strumenti di pietra (scalpelli, martelli) trovati nelle caverne della collina. Sin dai tempi antichi, le attività degli abitanti sono la cesellatura di pietra, l'estrazione di blocchi di pietra della cava, l'agricoltura e la vinificazione.

Una strada di terra tra i vigneti porta alla Croce di Manaf, un imponente monumento fatto da un unico blocco di pietra. Il monumento comprende una croce e quattro pilastri fissati su una trave orizzontale che circonda la croce. Sul retro è scritto l'anno 1846 ed il nome del sovrano Gheorghe Dimitrie Bibescu.

Proseguendo verso la cava di pietra, troveremo la "Chiesa fatta in un pietra", costruita in travertino di Năeni. L'unicità di questa chiesa è data dall'iconostasi scolpita nel calcare. Anche le icone del portico della chiesa sono impressionanti, realizzate in bassorilievo con ceramiche dipinte in stile bizantino.

Nelle vicinanze, sulla cima della collina di Istrița, in un magnifico paesaggio, si trovano diverse grotte preistoriche in cui sono stati scoperti utensili e armi, dipinti rupestri, ceneri ed ossa dai tempi dei Daci ed un santuario eretto agli inizi del cristianesimo.

Più a nord, sulla collina Tigoarea, accanto alla cava di pietra, si trovano molte opere scolpite nella pietra. Questi sono stati fatti da coloro che hanno partecipato ai campi di scultura organizzati qui. Le opere dall'ingresso del campo formano l'assemblea scultorea chiamata Dacologie.

Un altro lavoro trovato nel campo è la "Voce della Pietra", che rappresenta una ragazza che canta ad un “bucium” ovvero un corno alpino. Percorrendo il sentiero fino alla cima della collina di Istrița, raggiungiamo una radura con una piccola foresta ed una croce bianca su cui è scritto "Il monastero di Ambrogio l'Eremita". Qui abbiamo la vista migliore della parete sud della Collina dei Falchi e, a destra, la dimora rupestre chiamata lo "Schito di Ambrogio", che tra l’altro è stata dichiarata patrimonio dell'umanità. Qui, il monaco Ambrozie visse in solitudine fino al 1980 quando morì.  

Fonti / foto:

http: //www.mecanturist.ro 

http: //travelbuzau.com 

Eelena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română