Punti di interesse07 ottobre 2019

La Fortezza Sarmizegetusa: segni di civiltà avanzata di 2000 anni fa

Una delle fortezze più antiche e meglio conservate della Romania, che mostra, quanto erano avanzate le persone per quei tempi remoti

Sarmiegetusa Regia - Il disco solare e il santuario circolare

Sarmiegetusa Regia - Il disco solare e il santuario circolare

Sarmizegetusa era la capitale della Dacia pre-romana, e si presuppone che sia stata costruita intorno al III-II secolo a.C. La fortezza faceva parte del sistema difensivo progettato per tenere a distanza le varie ostilità. In realtà, c’era una serie di tali fortezze, che grazie alla loro ubicazione in aree isolate, proteggevano le montagne contro gli attacchi indesiderati - soprattutto da parte dei romani. Ancora oggi, le vie d'accesso sono difficili, perché il posto non è raggiungibile in auto.

La fortezza mostra il grado di sviluppo che il popolo dei Daci aveva raggiunto. La fortezza aveva strade asfaltate, acquedotti, un’officina per la lavorazione del ferro e del vetro, ed una buona organizzazione economica e militare. Inoltre, la varietà di oggetti in ceramica e ferro che sono stati scoperti qui hanno sorpreso gli storici.

La prima capitale dei Dacia era la Fortezza Costeşti, situata nelle vicinanze di Sarmizegetusa. E' stata trasferita a quest'ultimo per motivi religiosi: si trovava su una montagna che i Daci la consideravano sacra, “Kogaionon". Durante l'occupazione romana, la capitale, Colonia Ulpia Traiana Augusta Dacica Sarmizegetusa, è stata pensata come una continuazione della vecchia capitale. Per questo motivo, si è situato ad una distanza di soli 40 chilometri da Sarmizegetusa Regia, e portava lo stesso nome.

Sarmizegetusa si trova nel distretto di Hunedoara, a 8 km di distanza da "Porte di ferro della Transilvania", un altro gruppo di fortificazioni. Essa si stendeva su una superficie di 33 ettari ed era divisa in due parti: una zona residenziale e una zona sacra.

L'architettura combina l'architettura religiosa e militare, che mostra il forte legame tra questi due aspetti per il popolo dei Daci. L'area sacra conteneva una serie di santuari e un altare sacrificale, mentre il resto delle costruzioni erano degli edifici fortificati. Al di fuori dei confini della città, c’erano dei monumenti, delle case e delle tombe che sono state costruite durante l'occupazione romana.

La fortezza si suppone che sia stata abitata solo fino al V secolo. Dopo l'Antichità, essa ha perso il nome originale ed ha preso vari toponimi slavi, come Teregova, Voislova, Bucova, Grădiște, ed ha ricuperato la sua denominazione iniziale solo nei tempi moderni.

Nel 1315, la fortezza è menzionata con il nome di Britonia. Continua ad apparire nei documenti storici nei secoli successivi, in quanto sempre più persone erano interessate ad essa. Ma gli scavi sistematici iniziano solo nel XIX secolo, grazie alle iniziative dei due archeologi ungheresi dalla città di Deva. Gli scavi proseguono nel XX secolo da C. Daicoviciu e O. Floca di Cluj-Napoca.  

Andra Mihaela Cimpean

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română