Eventi27 ottobre 2019

Parlando ai professionisti - Marinela Vasilica Ardelean, autrice della guida ”Cartea vinurilor românești / The Wine Book of Romania”

Marinela V. Ardelean, co-organizzatrice di RO-Wine|The International Wine Festival of Romania 2019 Cluj Napoca, una carriera frizzante piena di passione per la cultura enologica

Marinela Vasilica Ardelean

Marinela Vasilica Ardelean

Cosa Le ha spinto ad organizzare un evento internazionale come RO Wine?

Ogni festival in Romania ha uno o più attributi specifici, a seconda di ciò che vogliono offrire ai consumatori. Quando abbiamo iniziato, abbiamo osservato che c'erano due aspetti che dovevano essere affrontati. In primo luogo, l'interazione diretta tra il proprietario delle cantine ed i consumatori di vino. Invece di personale assunto o addetto alle vendite, i proprietari ed i viticoltori sono quelli che possono raccontare la vera storia della loro attività, i segreti dietro ogni bottiglia ed etichetta. Conservano le risposte che nessun altro ha e rimarrà sorpreso nel sentire alcune delle domande che i consumatori pongono ...

In secondo luogo, tutte le feste del vino in Romania si rivolgono a tutto il segmento di mercato, seguendo il principio del "primo arrivato, primo servito" e non credo che sia un’approccio praticabile  per i vini premium e super premium. Così abbiamo iniziato fare una selezione drastica di produttori di vino, dopo abbiamo messo un limite di cinque etichette per ogni produttore e, la cosa più importante, abbiamo permesso al festival solo quei vini che avevamo precedentemente assaggiato e approvato. Questa è una grande garanzia per i consumatori che il prezzo che pagano per il biglietto non sarà sprecato. D'altra parte, è una garanzia per i produttori che non saranno circondati da produttori di qualità inferiore. E, al fine di offrire a ciascun produttore la stessa opportunità di presentarsi al pubblico, gli stand sono standard, non è possibile "fregare" i consumatori con il glamour o occupando spazi ampi.  

Nel mondo del vino, chi ammira di più e perché?

Ammiro molto i produttori di vino, quelle persone che hanno il vino che scorre nelle loro vene. In effetti, quest’ammirazione mi ha attirato verso il vino. In Italia, dove la maggior parte di loro discende da famiglie che hanno fatto il vino per secoli, c'è un certo atteggiamento che non può non impressionarti, un sentimento di appartenenza cordiale a quel luogo, quel vigneto, quel pezzo di terra, alla sua storia e alle sue tradizioni. E sono persone che lavorano duramente, giorno dopo giorno, tutto l'anno, anno dopo anno.

Qual è il Suo abbinamento enogastronomico preferito di tutti i tempi?

Ce ne sono molti, ma ultimamente ho scoperto quanto mi piace lo street food gourmet con lo Champagne. È divertente.  

Qual è una delle cose più gratificanti del Suo lavoro?

Essere in grado di ispirare le persone, mostrare loro che il vino può renderci migliori. Quando ti trovi davanti ad un bicchiere di vino, esplorandolo con tutti i tuoi sensi, devi essere fedele a te stesso ed al vino, devi abbandonare tutte le maschere, tutte le convenzioni sociali e solo essere lì. Ci sono molte lezioni da imparare dal vino e l'onestà in cui ti costringe, rende la circostanza perfetta per scoprire cose nuove su di te. La cultura del vino è puro cibo per la mente e l'anima.

Cosa rende costoso un vino?

Molte cose, dalla quantità d’uva raccolta per ettaro al tipo di botte utilizzata per l'invecchiamento. Ma questo può portare una bottiglia di vino solo a - diciamo - 40-50 euro. Il resto è economia, il prezzo è formato da domanda e offerta. La qualità costante, la tradizione, il riconoscimento del marchio e la scarsità di offerta sono sempre una ricetta per prezzi più alti. Basta pensare che dal giorno in cui viene aperta la prima bottiglia di un'annata da qualsiasi produzione, la quantità di bottiglie disponibili diminuirà solo. Man mano che le persone scopre la qualità di quel vino, la domanda aumenterà. Quindi i prezzi che vengono spostati nel tempo, a volte persino dirottati, sono in realtà normali.

Imperial Transilvania

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română