Punti di interesse29 aprile 2019

I misteriosi insediamenti rupestri dei Monti di Buzău – l’Athos romeno nel Paese di Luana

Su un territorio di alcuni villaggi situati intorno alla cresta Ivăneţu, dei Monti di Buzău, c’è un insieme di 29 insediamenti rupestri, alcune delle quali risalgono al Neolitico, scavate nelle rocce modellate dall'acqua che scorre verso valle

I misteriosi insediamenti rupestri dei Monti di Buzău

I misteriosi insediamenti rupestri dei Monti di Buzău

Secondo la leggenda, tutte le montagne di Buzău componevano, in un tempo remoto, fin dalla notte dei tempi, il Paese di Luana. Qui regnava un re vecchio e saggio, il quale, per difendersi contro gli invasori, ha costruito castelli alti "fino al cielo". I bravi lottatori delle cittadelle, senza paura della morte, combattevano contro gli invasori fino al sacrificio totale, ed il re Luana curare le loro ferite con "acqua magica", tratto dalla Valle dei Sorgenti. Ma il fine delle battaglie è stato drammatico "gli aggressori, in carri di fuoco, hanno abbattuto il Sole di Luana, la Terra fu scossa, e la crosta terrestre è rimasta desolata."

                        

In questa terra leggendaria, ci sono diversi insediamenti rupestri che fungevano da abitazione, o da santuari, fin dai tempi remoti. Intorno a loro sono nate molte leggende, ma anche storie paranormali su degli e delle sparizioni, viaggi nel tempo, scoperte di ossa enormi, ecc. Sulle loro pareti, ci sono delle iscrizioni cristiane, ma anche pre-cristiane, alcune di loro provengono dai tempi molto remoti, che non sono ancora stati decifrati.

                            

Questo insieme di chiese, conventi, monasteri ed eremi con un forte carico cristiano, che si trova nelle montagne sacre di Buzău è noto che l’Athos romeno. L'insediamento più antico di questo complesso rupestre è la Grotta Fundul Peşterii, abitata prima del cristianesimo. Qui sono stati scoperti simboli spirituali, che porterebbero risalire al Neolitico finale. La nicchia scavata sulla parete ovest, assomiglia ad un altare dedicato ad Audius (vescovo esiliato dall'imperatore Costantino II) e le croci di Malta rislagono al sec. IV-VI.

Altri 200 segni, fatti mediante l’incisione od il graffio, rivelano forme di punte di lancia, frecce, pugnali ed altri segni specifici di arte rupestre preistorica. La chiesa di Aluniş è il più famoso santuario di pietra, costruito intorno al 1274 ed attestato nei documenti nel 1351.

                           

Tra gli insediamenti rupestri c’è anche la grotta è Dionisio Torcătorul, un riparo del secolo III-IV. La chiesa di Iosif scavata in un’enorme roccia, conservata come era prima, con l'ingresso fatto di scalini tagliati con grande precisione, risale al sec. III-IV. In questa zona ci sono molte altre rocce e pietre, cariche di simboli e segni antichi, in attesa di essere studiate, insieme a degli ingressi strani nel terreno e tunnel sotterranei.

Elena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română