Punti di interesse14 novembre 2019

La Casa Melik - un gioiello architettonico di Bucarest, un edificio unico con una storia tumultuosa da oltre 250 anni, che ospita il Museo Theodor Pallady

Non lontano dalla Chiesa Armena, circondato da strade strette che emanano il fascino dei vecchi tempi, tra cespugli di fiori multicolori, sorge una splendida casa - una delle più belle e antiche di Bucarest

La Casa Melik - Bucarest

La Casa Melik - Bucarest

La storia della Casa Melik inizia negli anni 1750 - 1760, quando si pensa che sia stata costruita. Più tardi, la casa fu acquistata da Kevork Nazaretoglu, un ricco mercante armeno. Esso l'ha lasciata in eredità a suo figlio, Agop Nazaretoglu. Dopo la sua morte, la casa entra nel possesso di sua moglie. Ana sposò Jacob Melik e insieme decisero di mantenere la casa, cosa che richiedeva una ristrutturazione importante. I coniugi Melik hanno mantenuto lo stile originale della casa. Sostenitori della rivoluzione del 1848, i due offrirono ai rivoluzionari Ion Heliade Rădulescu, C.A. Rosetti şi Ion C. Brătianu l'attico della casa, dove rifugiarsi.

Lo stile della casa Melik è rappresentativo dell’architettura tradizionale romena, presentando il progetto di una casa di campagna di boiardi romeni. Lo stile tradizionale comprende: il terrazzo al piano superiore (chiuso con finestre), la scala interna in legno ed un ampio tetto a gronda larga. Le serrande rotonde, di influenza turca, escono dai tradizionali modelli romeni.

Dal 1971, su desiderio del collezionista d'arte Gheorghe Răut, la casa diventa un museo. Ha donato alcune delle sue collezioni allo stato romeno e, colpito dalla bellezza della Casa Melik, ha chiesto che queste collezioni fossero esposte qui e che il museo avrebbe portato il nome del suo buon amico Theodor Pallady (uno dei più importanti pittori romeni ).

Attualmente, il museo ospita la collezione della coppia Serafina e Gheorghe Răut, che comprende numerosi dipinti ed una collezione di oltre 800 disegni e incisioni firmati da Theodor Pallady. La collezione è completata da dipinti del XVI-XIX secolo provenienti dalla zona europea: pittura francese (Lubin Baugin, Edmond Aman Jean, Carolus Duran), pittura olandese (Jan van de Cappelle), dipinti inglesi, spagnoli e romeni. Si aggiungono pezzi antichi di scultura greco-romana, egiziana, indiana, pezzi di scultura rinascimentale (italiana e francese), tessuti, mobili, ceramiche orientali e altri oggetti d'arte decorativa. La casa e le sue mostre rappresentano un impressionante complesso artistico che vale la pena visitare e apprezzare.

Fonti:

http://www.descopera.ro/case-de-poveste

http://www.mnar.arts.ro/muzeul-theodor-pallady 

Elena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română