Punti di interesse13 settembre 2021

Il Castello Miko ed il Museo dei Siculi di Ciuc

Il Castello Miko fu costruito tra il 1623 e il 1631 da Ferenc Hidvégi Mikó (1585-1635), che fu il consigliere di Gabriel Bethlen, in uno stile tardo rinascimentale, e si estende su una superficie di 75 x 70 metri, disponendo anche di 4 bastioni italiani

Il Castello Miko ed il  Museo dei Siculi di Ciuc, distretto di Harghita

Il Castello Miko ed il Museo dei Siculi di Ciuc, distretto di Harghita

O.Il Castello Miko, il più antico ed il più importante monumento storico della città di Miercurea-Ciuc, distretto di Harghita. Oggi è la sede del Museo dei Siculi di Ciuc.

Il ruolo principale della città è stato quello di una residenza nobiliare, ma aveva anche un ruolo secondario, e cioè, quello di un castello fortificato. Tuttavia, Mikó non ha speso molto tempo qui, perché le sue mansioni richiedevano la sua presenza ad Alba-Iulia, dove aveva un'altra residenza.

Nel 1661 la città è stata bruciata dalle truppe turco-tartari e rimase in rovina per diversi decenni dopo. Ma dopo che il regime asburgico si è stabilito in Transilvania, è stato ricostruito per ordine del conte Stephan Steinville. Il castello recentemente restaurato è stato progettato per resistere a possibili nuovi attacchi da parte dei tartari.

Come sede del Museo dei Siculi di Ciuc, presenta più di 400 anni di storia dei Siculi, più la storia dell'edificio. La mostra comprende oggetti scoperti durante gli scavi archeologici, molti dei quali sono conservati nel sito (nel luogo dove sono stati trovati). All'interno del museo, rimane in gran parte la calce applicata nel XVIII secolo e, in alcuni luoghi, è possibile anche leggere delle iscrizioni.

In una stanza chiamata la Sala della Fontana, i turisti possono vedere i resti dei muri che sono stati demoliti, le porte che sono state trasformate in finestre, una latrina del XVIII secolo e una fontana interna. Fontana è inoltre un luogo dove sono stati scoperti molti oggetti antichi.

La Sala della Cucina è altrettanto interessante perché contiene una stufa e un forno che sono state ricostruite dopo il segno che avevano lasciato. Lo spazio è stato animato attraverso varie pentole e padelle ma anche dalle scene di vita quotidiana ritratti da manichini vestiti con abiti del passato.  

Fonti:

http://www.cesavezi.ro/obiective-turistice/1-Cetati-si-Castele/1115-Castelul-Mik%C3%B3-%C5%9Fi-Muzeul-Secuiesc-al-Ciucului

http://www.enciclopediavirtuala.ro/monument.php?id=254

povestidecalatorie.ro/trecerea-timpului-in-ciuc-cetatea-miko-si-muzeul-secuiesc-al-ciucului/ ;

Andra Mihaela Cimpean

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română