Punti di interesse31 luglio 2022

Il Palazzo Grant Golescu – un tesoro monumentale dell’architettura antica, un edificio ricco di storia e di leggende

Inserita nel Patrimonio Nazionale della Romania, l'edificio ospita adesso il Centro per la Ricreazione e lo Sviluppo Personale „Conacul Golescu Grant”

Golescu Grant Palace, Bucarest

Golescu Grant Palace, Bucarest

La villa signorile Belvedere - Conacul Belvedere -, chiamato così per la prospettiva visiva al momento della costruzione, originariamente apparteneva allo studioso Dinicu Golescu. Nel 1814, esso diventa il proprietario di una proprietà trovatosi sulle rive del fiume Dâmboviţa, nell'area Regie.

Sulla vecchia proprietà c'erano resti di mura di una casa molto vecchia, del 1600, che si credeva che appartenesse alla Doamna Stanca, moglie del principe Michele il Bravo. Alcune parti di queste mura sono state utilizzate per la costruzione del nuovo edificio, che è stato chiamato il Palazzo Belvedere.

 Immerso in un grande parco, con alberi secolari, con le antichissime mura di fondazione, che mostrano caratteristiche del periodo Brâncovenesc, il palazzo può essere considerato come il più antico edificio abitato continuamente a Bucarest. Nel 1850, la nipote di Dinicu Golescu sposa Effingham Grant, un ingegnere, un aristocratico scozzese e riceve il palazzo come dote.

Tra 1865-1870 Effingham Grant inizia dei lavori di ristrutturazione del palazzo portandolo vicino all’aspetto attuale. Alla considerazione di una notevole antichità del palazzo, concorrono diversi elementi: lo spessore delle pareti, l’esistenza dei mattoni piatti, la torretta di osservazione, il fossato che circonda l'edificio su tre lati, le nicchie per le sentinelle, gli alberi secolari. Dopo il restauro, il palazzo ricevette il nome Grant.

L'unica galleria sotterranea della capitale, catalogata come monumento storico

Il palazzo era famoso non solo per l-aspetto esterno, ma anche per la galleria sotterranea, per le cantine decorate con piastrelle italiane e per i tunnel di rifugio, attorno alla quale s’intrecciano varie leggende. Un tunnel collega il palazzo al monastero Chiajna, un altro arriva fino al Palazzo Cotroceni. Dicono che essi sarebbero stati utilizzati dai soldati di Tudor Vladimirescu durante la Rivoluzione del 1821. Il tunnel di rifugio, classificati nell’elenco dei monumenti storici, sono crollati durante i terremoti del 1940 e 1977 e durante il bombardamento del 1944. oggigiorno si vedono ancora gli ingressi e parti dei tunnel.

Inserita nel Patrimonio Nazionale della Romania, l'edificio ospita adesso il Centro per la Ricreazione e lo Sviluppo Personale „Conacul Golescu Grant”.    

Elena Radu

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română