Tradizioni28 aprile 2021

La Settimana Santa - il periodo più sacro dell'anno per i cristiani

La Crocifissione - il caos primordiale - e la Risurrezione di Christo nella tradizione religiosa ortodossa

La santa messa di Sabato Santo

La santa messa di Sabato Santo

Si chiama "La Settimana Santa" perché ogni giorno di questa settimana rappresenta un momento tragico della vita del Salvatore, che è in realtà la strada fino alla Sua morte, la discesa nella morte e il ritorno tra i vivi. E' il simbolo della redenzione per il mondo intero del peccato originale attraverso la “semplice fede" nella sua Risurrezione. E’ la convinzione che in questo modo si dimostra la sua essenza divina e, soprattutto, che la vita oltre la vita, quella spirituale, è proprio quella vera (Gabriela Rusu Pasarin, Calendar popular românesc, Craiova, Ed. Scrisul Românesc, 2006).

Tutta la settimana è quindi caratterizzata dalla degradazione del tempo. E' un momento del pianto e della tristezza. L'ordine mondiale è abolito e si stabilisce il caos.   E’ il momento dell’arrivo dello spirito dei morti ed il mondo di qui si prepara per la loro apparizione attraverso varie pratiche di commemorazione, le quali, nella tradizione popolare romena sono estremamente ben conservate e sono praticate anche oggi, nelle zone rurali, con grande dedizione.

Il Mercoledì Santo è il giorno che porta con sé molte preoccupazioni. Si raccoglie il cardo, la paglia, trucioli di legno per il secondo giorno, il Giovedì Santo, quando si deve fare il fuoco per accogliere gli spiriti dei morti. (...) Questi fuochi hanno ovvia una funzione rituale. Essi, secondo la credenza popolare, riscaldano le gambe dei morti e le pentole di cibo e acqua messe vicino al  fuoco, come carità per le loro anime. In casa si fa il fuoco per ogni morti e si danno i pani a forma di ciambellone come carità per le loro anime.

Il Giovedì Santo: l’ultimo giovedì della Quaresima, è conosciuto con diversi nomi: Giovedì Santo, Joimari, Giovedì Santo, Giovedì Nero. Nel sud della Romania c’è la credenza che in questo giorno arrivino, ogni anno, gli spiriti dei morti e rimangono fino il sabato, prima di Pentecoste. L'elemento caratteristico è il fuoco, il fuoco rituale con funzione funerario (Gabriela Rusu Pasarin, Calendar popular românesc, Craiova, Ed. Scrisul Românesc, 2006).

Il Venerdì Santo: E’ il giorno più buio della Settimana Santa. E' il Venerdì Grande, Venerdì Secco il Venerdì Santo. Si pensa che le uova siano diventate rosse a causa del sangue scorso dalle ferite di Gesù Cristo. Per questo motivo, in questo giorno le uova si dipingono di rosso. Gli uomini non seminano nulla in questo giorno. Si tiene il digiuno assoluto.

Il Sabato Santo: La notte spartiacque tra il dolore e la gioia, tra la sofferenza e la speranza della risurrezione, il Sabato Santo riunisce pratiche e rituali precristiani che gli danno l’attributo di una notte magica, proprio come quella di un Anno (Evo) Nuovo cristiano. La luce è l'elemento essenziale del passaggio dalla Notte dei Morte alla Notte della Redenzione, e l'accensione delle candele nell’ultima ora del passaggio, lume presa dalla candela del sacerdote che ha celebrato la messa, significa inviare il segno della liberazione dal Mondo delle Tenebre al mondo dei fedeli.  

Gheorghe Sechesan

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română