Tradizioni06 gennaio 2022

"Boboteaza" o l'Epifania, scaccia gli spiriti maligni dallo spazio acquatico

L’Epifania chiude la serie delle cerimonie consacrate per segnare ritualmente la fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo anno

"Boboteaza" o l'Epifania

"Boboteaza" o l'Epifania

L’Epifania o  "Boboteaza", chiude la serie delle cerimonie consacrate per segnare ritualmente la fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo anno. Da questo momento in poi non ci si va più in giro per cantare i canti tradizionali natalizi e d’inizi dell’anno nuovo.

Come suggerisce il nome, l'Epifania sancisce nel calendario cristiano, una delle più grandi feste, vale a dire il Battesimo del Signore. In tutte le case, in questo giorno, arriva il prete per benedire la casa.

Questo momento cruciale è stato proiettato sullo sfondo delle credenze arcaiche. Una prima funzione di questi gesti è quella apotropaica, di cacciare via gli spiriti maligni. Se tramite l'atto dei canti natalizi è stato sancito lo spazio (le case, le massaie, i campi, i confini del paese) adesso la caratteristica essenziale del momento si riferisce a scacciare gli spiriti maligni dallo spazio acquatico. Si benedice l'acqua nella chiesa (acqua santa), con la quale saranno benedette le case, il bestiame, i campi.

Che l’acqua sia adatta per quest’atto non è sufficiente che sia benedetta dalla chiesa. C'è un'antica usanza, chiamata “Păzitul Fântânilor” ovvero la veglia delle fontane, che consiste nel vegliare una fontana da un gruppo di cantanti di canti natalizi e di Capodanno, tra i quali necessariamente devono essere anche ragazzi giovani, che vegliano tutta la notte attraverso dei canti e danze rituali, in modo che l'acqua del pozzo rimanga pulita.

In alcuni villaggi romeni c’è ancora un’usanza antica, cioè “Încuratul Cailor” che consiste nel lasciare i cavalli a correre liberamente per le strade del paese, un atto che ha il ruolo di purificare l'aria.

Nella credenza degli antenati, in questo periodo la casa è visitata dagli spiriti dei morti che vengono a mangiare ciò che trovano sul tavolo, per tutto il prossimo anno. Adesso, per l’Epifania, loro tornano in “Lumea fără Dor”, ovvero nel mondo privo di desideri. Per questo motivo, in questa notte, si accendono ritualmente fuochi grossi che illuminino il sentiero di coloro che viaggiano verso all’al di là.

Inoltre, il giorno dell'Epifania è un giorno magico, in cui ci si può scoprire la persona predestinata, quando si fanno magie ed incantesimi. Così, in Maramures, le ragazze facevano un mazzo di piante verdi che o mettevano nel fiume. Più “prendevano” ghiaccio, più sarebbe stato ricco l’uomo che avrebbe sposato. Nel distretto di Caras-Severin, il basilico del prete era messo dalle ragazze sotto il cuscino, nella speranza che sogneranno la persona predestinata.

I ragazzi invece, alla vigilia dell'Epifania, facevano il digiuno, facevano una “pogace” e la mangiavano sul posto dove era stato il sacerdote al tavolo. In questo modo erano convinti che avrebbero sognato la persona predestinata.

I piatti di questo giorno sono l’aspic di maiale e il grano bollito. Essi si danno come carità per le anime dei morti.

Gheorghe Sechesan

AEROPORTI


CONSOLATI GENERALI


NUMERI UTILI

  • 112 - Apeluri de urgenta (Nr. unic de urgenta)
  • 118932 - Informatii numere de telefon
  • 1958 - Ora exacta
  • 0256-437973 - Centrul de Informare Turistica Timisoara
  • 0256-493806 - Informatii CFR
  • 0256-493471 - Autogara Autotim Timisoara
  • 0256-493639 - Aeroportul International Timisoara
  • 0256-220835 - Oficiul Registrul Comertului
  • 0256-408300 - Primaria Timisoara
  • 0256-493694 - Consiliul Judeţean Timis
  • 0256-493393 - Timpark ( N. Titulescu 10- ADP)
  • 0256-402703 - Politia rutiera
  • 0256-246112 - Politia locală

TAXI

  • Radio Taxi - 0256-940
  • Euro Taxi - 0256-941
  • Pro Taxi - 0256-942
  • Fan Taxi - 0256-944
  • Tudo Taxi - 0256-945
  • Autogen Taxi - 0256-988

NOLEGGIO AUTO

International editions:   English | Italiano | Română